fbpx
cristian bragaglio mostra a la montina

SIAMO SOLO UN MOMENTO NEL TEMPO
Alla Galleria d’Arte Contemporanea de La Montina dal 6 febbraio al 7 aprile 2024

La Personale di Cristian Bragaglio

Visual Artist, Content Creator e Art Director.. cosi si definisce Cristian Bragaglio sui suoi canali di comunicazione e al pubblico.
Appassionato fin da ragazzino di arte, conclude gli studi superiori in un istituto di Grafica e Comunicazione di Brescia, ma solo 6 anni dopo vedrà i
risultati tanto attesi.
Per intraprendere il mondo che aveva in testa, decide, nel Gennaio del 2020, di iniziare il suo percorso artistico e comunicativo sui Social Network – focalizzato su citazioni riflessive, d’amore ma anche ironiche, mixate a elaborati grafici in tecnica digitale 2D – che nel corso dei mesi successivi lo porta a realizzare collaborazioni con alcune delle realtà italiane più conosciute insieme a un seguito corposo.
Circa 2 anni dopo, decide di provare ad ampliare le sue conoscenze e il suo
pubblico, inserendosi in una delle piattaforme social più virali del momento,
TikTok, con un progetto ben preciso (VOCE/VOCE – storie di persone), focalizzato sull’interpretazione di monologhi personali e non di vario genere,spesso inviati dalla community formata nel tempo.
Grazie all’apprezzamento ricevuto, amplia il suo progetto ai podcast, dove nel
Giugno 2022, si posiziona nella Top 10 dei 200 podcast più ascoltati in Italia, con all’attivo 100 mila ascoltatori.
Arrivato ad alcuni obiettivi prefissati, nel corso della primavera, insieme a
un’artista 3D e amico, Andrea Olivari, realizza a sorpresa un tour artistico nelle città di Brescia, Milano e Bologna – PLA(stic)NET – sul tema dell’inquinamento della plastica sul pianeta, formato da opere in digitale e sculture, che porta il soldout in tutte le date. Nei mesi successivi, espone alcune opere personali a Brescia, in collaborazione con la MilleMiglia 2022 e a Desenzano del Garda.
A Dicembre dello stesso anno, struttura un secondo podcast concentrato su
interviste a personaggi di vari settori, creator e artisti che lo porta in un viaggio tra passato, presente e futuro.
Un passaggio importante da ricordare arriva nel 2023, dove dopo una fase
lavorativa nella città di Milano, torna nella sua città natale per lavorare all’uscita del suo primo romanzo, edito da Sperling & Kupfer (10 ottobre).

Ed è qui, proprio durante le esperienze vissute a Milano che ha inizio il suo ultimo progetto, ma che in realtà si rivela essere il primo, in quanto fin dai tempi adolescenziali, sogna di poter realizzare un mondo dove tutti si possono sentire di appartenere a qualcosa e dove ognuno è in grado di utilizzare la propria voce per esprimere ciò che ha dentro.
Oggi Cristian, grazie all’esperienza maturata e dopo aver imparato e intrapreso
nuove tecniche, si immerge nel mondo virale, espositivo e comunicativo, dove in collaborazione con “La Montina”, porta il suo primo percorso artistico personale da solista, con circa 20 opere, realizzate tra fine 2022 e inizio 2024.

“SIAMO SOLO UN MOMENTO NEL TEMPO” [la nostra esistenza, così come quella di tutto ciò che ci circonda, è effimera e transitoria. Ciò suggerisce che la vita umana è breve e che ogni momento che viviamo è prezioso e irreversibile, poiché non possiamo recuperare il tempo trascorso. Questo ci invita a riflettere sulla natura transitoria della vita e sull’importanza di apprezzare ogni momento e di vivere la nostra vita in modo significativo e consapevole. Può essere vista come un invito a concentrarsi sul presente e a vivere al meglio ogni istante senza preoccuparsi troppo del passato o del futuro.]

E’ uno dei punti più profondi e intimi nella mente dell’artista, che oggi, rivela,
essere pronto a mostrare, prima di tutto a se stesso.
Cristian intraprende quindi, un percorso tortuoso attraverso il suo passato, arrivando fino al presente per poi strutturare il futuro, per quanto possibile.
Il risultato di questo lo trova attraverso l’arte – ispirandosi a varie correnti e
personaggi – e più precisamente la pittura, dove grazie ad essa riesce a trovare le risposte ad alcune delle domande che rimbombano in lui.

A cura di: Paolo Bugatti (Tail Online Gallery)